"Ci sono due giorni all'anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama IERI, l’altro si chiama DOMANI, perciò OGGI è il giorno giusto per amare, credere, fare e, principalmente, vivere." Photo credit: Peggy Couté Il 14simo Dalai Lama Adotta una monaca! Con 20 franchi al mese l’aiuti con libri e vestiti Scopri di più Colletta Natale 2021! Materassi e cibo per monaci in Bhutan Scopri di più Praticano e studiano in un luogo remoto, dove fa molto freddo Bhutan, gennaio 2020 Nuove giacche per le monache ... Guarda il progetto L’inverno è alle porte e al monastero Pagar servono calze e scarpe Bhutan, Natale 2019 Nuove scarpe per i monaci Guarda il progetto Un tetto per la palestra delle monache La stagione delle piogge è lunga al monastero femminile Pema Choling Bhutan, agosto 2020 Guarda il progetto Un luogo di ritiro e di studio per i monaci Bhutan, autunno 2019 Ecco la nuova baita di meditazione Guarda il progetto

Il canto del buon cuore crea ponti tra persone e culture

AiutiAmo vuole creare ponti

A noi piace vederli come  arcobaleni  che uniscono luoghi e persone. Sono molto alti, più alti dei muri che dividono. Come paura, ignoranza, intolleranza, arroganza, violenza. Sognamo un mondo dove tutti possono avere cibo, un tetto, istruzione e cure adeguate, libertà di esprimersi, di sorridere, di respirare aria pulita. Dove ogni uomo, donna, bambino, animale, pianta… venga rispettato.

Tutti nasciamo e moriamo allo stesso modo. Tutti camminiamo su questo pianeta cercando la  felicità. E quando la sofferenza bussa alla nostra porta vorremmo essere pronti, sentirci protetti e amati, avere qualcuno che ci dà speranza.

Un sorriso, un abbraccio, un aiuto disinteressato, possono fare  miracoli

Progetto in corso

Colletta per vestiti e cibo

La pandemia ha messo in ginocchio il Bhutan, che vive di turismo: tutto è fermo da un anno e mezzo! A soffrire parecchio anche i monasteri, dove i giovani studiano e pregano per tutti. Malgrado la loro vita sia molto semplice, a questi 32 giovanissimi monaci del monastero Khauchung, mancano scarpe, vestiti e il cibo scarseggia. L’abate è un compagno di studi del monaco Khenpo Tenzin, che collabora da anni con la nostra associazione.

Khenpo Tenzin ci ha chiesto una mano.

Per un vestito e un paio di scarpe servono circa 50.00 Chf.

Assieme possiamo farcela!

Come è nato

AiutiAmo è nato dopo un viaggio nei monasteri del Bhutan, un piccolo mondo incuneato tra Cina e India, in equilibrio fra passato e futuro, dove il benessere viene prima della crescita economica. Il salario medio è di 300 euro, ma tutti hanno una casa; istruzione e sanità sono gratuite. Lo chiamano il paese della felicità.

Unendo le forze si possono raggiungere grandi obiettivi

Laggiù una storia mi ha colpito, parla di 4 amici: il pavone, la scimmia, il coniglio e l’elefante. Il  pavone  trova un seme e lo pianta; il  coniglio  lo annaffia e la  scimmia  lo fertilizza. La pianta cresce protetta dall’elefante. Quando i frutti sono maturi sono talmente in alto che nessuno dei 4 amici ci arriva.

Solo unendo le forze, salendo uno sull’altro, li raggiungono.
Unendo le forze si possono raggiungere grandi obiettivi.
Grazie alla generosità di tanti amici, stiamo aiutando monaci e monache del Bhutan a fare il loro cammino con scarpe nuove, quando le loro sono rotte; con maglioni caldi quando il freddo è pungente; con un tetto sopra la testa quando serve la baita di meditazione.
Piccoli aiuti che, mattone dopo mattone, stanno creando un magnifico  arcobaleno tra culture diverse, unendo  destini apparentemente diversi.